Navigation

Borsa svizzera: chiude bene la settimana, SMI +0,78%

La borsa svizzera ha finito la settimana con una seduta convincente. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2020 - 17:45
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera ha mandato agli archivi la settimana con una seduta convincente, tutta in territorio positivo. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso guadagnando lo 0,78% a 10'266,29 punti e il listino allargato SPI lo 0,70% a 12'689,30 punti.

Gli operatori si sono mostrati piuttosto ottimisti fin dai primi scambi e hanno ricevuto segnali incoraggianti anche dall'apertura di Wall Street nel pomeriggio. Il nuovo attacco di Donald Trump alla Cina, secondo cui tagliare tutti i ponti col Dragone resta un'opzione, non ha turbato più di quel tanto i mercati.

Gli addetti ai lavori sembrano aver considerato l'uscita del tycoon, recidivo in quanto a frasi al vetriolo nei confronti di Pechino, più una sparata che una possibilità concreta. Sempre negli Usa intanto si attende il discorso del presidente della Federal Reserve, la banca centrale, Jerome Powell.

Sul fronte interno la giornata è scivolata via senza particolari sussulti. Il listino zurighese è stato trainato dai pesi massimi difensivi, tutti autori di performance brillanti. Roche (+1,73% a 343.30 franchi) ha messo in fila la concorrente Novartis (+1,39% a 86.84 franchi) e Nestlé (+0,62% a 107.50 franchi). La più ricercata di giornata è stata però Richemont (+2,87% a 61.62 franchi), che stacca nettamente l'altro titolo del lusso Swatch (+0,05% a 194.40 franchi).

Sottotono per contro i bancari Credit Suisse (-0,10% a 9.766 franchi) e soprattutto UBS (-1,42% a 10.415 franchi). Nello stesso comparto, giù anche gli assicurativi Swiss Re (-1,34% a 73.64 franchi) - che ha comunicato lo smantellamento della sua divisione Life Capital -, Swiss Life (-1,24% franchi a 351.00 franchi) e, seppur limitando i danni, Zurich Insurance (-0,18% a 331.90 franchi).

Senza una precisa direzione i ciclici. Tonici Sika (+1,93% a 187.85 franchi) e ABB (+1,33% a 20.64 franchi), si mantiene a galla Geberit (+0,36% a 474.90 franchi), ma vedono rosso sia Adecco (-0,42% a 45.17 franchi) sia LafargeHolcim (-0,67% a 41.37 franchi).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.