Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La Borsa svizzera ha chiuso in ribasso una giornata iniziata bene. Le perdite delineatisi nel primo pomeriggio si sono appesantite sulla scia della pubblicazione dell'indice di fiducia dei consumatori americani calcolato dall'Università del Michigan. Secondo gli operatori, sui mercati hanno inciso anche le speculazioni sulla forza finanziaria delle banche irlandesi. L'indice SMI dei titoli guida ha terminato la seduta a quota 6389,02, in calo dello 0,55%. L'indice allargato SPI ha registrato una flessione dello 0,45% a 5643,01 punti.
Il dato sulla fiducia negli Usa è calato a settembre a 66,6 da 68,9 di agosto, ai minimi da oltre un anno. I listini non avevano invece reagito alla pubblicazione dell'indice dei prezzi al consumo, che in agosto ha segnato un rialzo mensile dello 0,3%, in linea con le attese.
I titoli bancari hanno subito arretramenti in tutta Europa. Tra le blue chip elvetiche del settore, calo dell'1,42% per l'UBS (a 18,01 franchi), dello 0,92% per il Credit Suisse (a 46,19 franchi) e dell'1,81% per la Julius Bär (a 38,95 franchi). In netta flessione anche gli assicurativi Swiss Re (-1,37% a 43,99 franchi) e Zurich Financial (-1,54% a 236 franchi).
Novartis ha invece dato un sostegno al mercato, con un incremento dello 0,72% (a 56,25 franchi). Calo dello 0,94% invece per Roche (a 137,20 franchi). Nestlé positiva stamane, ha terminato la seduta con una perdita dell'1,23% (a 52,10 franchi).
In seguito al dato deludente sulla fiducia dei consumatori americani, i titoli ciclici hanno ridotto i robusti guadagni segnati in mattinata. Non così Adecco, che ha recuperato sul finale, mettendo a segno un aumento del 2,45% (a 50,65 franchi). Holcim è in progresso dello 0,32% (a 63,55 franchi), ABB dello 0,10% (a 20,81 franchi).
Fra gli altri titoli del listino principale si sono messi in luce Richemont (+1,32% a 43,81 franchi) e SGS (+1,07% a 1607 franchi). Swisscom è in ribasso dello 0,20% (a 392,80 franchi). Di stamane la notizia che la concorrente Sunrise passa sotto il controllo del fondo britannico di partecipazioni CVC Capital Partners.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS