Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera si è mossa al di sotto della parità per tutta la seduta. Sul finale ha recuperato un po' di terreno, parallelamente al miglioramento a Wall Street. I mercati sono influenzati negativamente dall'assenza di un accordo sul budget e sul debito degli Stati Uniti. Il listino principale SMI ha chiuso a 7'887.86 punti, in flessione dello 0,70%. L'indice allargato SPI ha terminato a quota 7'502.96 (-0,62%).

Un'intesa tra democratici e repubblicani prima sul bilancio e poi sulla soglia dell'indebitamento non sembra vicina. "I fronti si sono irrigiditi", ha commentato un operatore. Alcuni impulsi potrebbero provenire dai dati trimestrali di grandi gruppi americani, a cominciare da Alcoa martedì sera. Venerdì sarà la volta delle banche JPMorgan e Wells Fargo.

A Zurigo fra i titoli guida solo Adecco si è mossa sopra la parità (+0,55% a 64,30 franchi), grazie a una valutazione favorevole espressa da Barclay. ABB è in calo marginale (-0,19% a 21,06 franchi) malgrado il miglioramento del giudizio da parte di JPMorgan. Geberit ha perso l'1,24% (a 238,70 franchi) , Holcim lo 0,38% (a 65,90 franchi). Nel segmento del lusso, Richemont ha ceduto lo 0,86% (a 91,70 franchi), mentre Swatch Group è riuscita a limitare le perdite (-0,26% a 579,50 franchi).

Sotto pressione fra i bancari soprattutto UBS, in discesa del 2,16% (a 18,16 franchi). Il Credit Suisse è in flessione dello 0,81% (a 28,00 franchi), la Julius Bär dello 0,57% (a 42,00 franchi). Sul settore gravano i sospetti di manipolazione dei corsi sul mercato delle divise. In arretramento anche gli assicurativi Zurich (-1,33% a 230,60 franchi) e Swiss Re (-0,53% a 74,80 franchi).

Hanno ceduto terreno anche i giganti farmaceutici Roche (-0,59% a 237,80 franchi) e Novartis (-0,66% a 68,05 franchi). Nestlé è arretrata dello 0,56% (a 61,80 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS