Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiusura in negativo per la Borsa svizzera, al termine di una seduta trascorsa in gran parte sopra la linea di demarcazione.

L'indice dei titoli guida SMI ha terminato gli scambi in flessione dello 0,42% a quota 8906,89, mentre il listino allargato ha ceduto lo 0,22%, attestandosi a 10'128,34 punti.

Sul mercato hanno pesato in modo particolare le perdite del peso massimo difensivo Roche (-1,09% a 244,20 franchi), che oggi ha annunciato di aver rilevato l'intero capitale di mySugr, una delle principali piattaforme di servizio mobile nel trattamento del diabete.

Fra i pesi massimi, male anche Novartis (-0,82% a 79,80 franchi), mentre Nestlé si è rivelata più tonica (-0,24% a 83,45 franchi).

In mattinata sono state diffuse le previsioni del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF): dopo due mesi di flessione, in giugno il barometro è tornato a crescere, toccando i 105,5 punti.

La giornata è stata contrassegnata anche dalla pubblicazione di alcuni dati congiunturali: il numero di disoccupati in Germania è lievemente aumentato in giugno (+1,5%) su base annua, mentre negli Usa la spesa personale per consumi ha come previsto segnato un rialzo dello 0,1% in maggio, contro allo 0,3% del mese precedente.

A pesare sull'indice guida è stato anche il settore bancario: Credit Suisse (-1,70%, a 13,86 franchi), UBS (-0,73% a 16,24 franchi) e Julius Baer (-1,66 a 50,45 franchi).

Hanno chiuso in ordine sparso gli assicurativi, con Zurich in progressione dell'1,01% a 279,10 franchi e Swiss Re in calo dello 0,17% a 87,65 franchi.

La maggiore progressione nel listino delle blue chip è stata segnata da Lonza (+1,27% a 207,30 franchi). Moderati guadagni per i due giganti del settore del lusso: Richemont (+0,57% a 79,00 franchi) e Swatch (+0,20% a 354,10 franchi).

Poco distanti dalla parità i titoli più sensibili ai cicli economici, come Adecco (+0,07% a 72,90 franchi), ABB (+0,21% a 23,86 franchi), LafargeHolcim (-0,18% a 54,90 franchi) e Geberit (+0,27% a 447,20 franchi). Swisscom ha chiuso in perdita dello 0,26% a 462,70 franchi.

SDA-ATS