Navigation

Borsa svizzera: chiude in netto rialzo, SMI +1,82%

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2010 - 18:02
(Keystone-ATS)

ZURIGO - Le aspettative di una soluzione alla crisi dell'Irlanda, l'esordio in Borsa di Gm e dati macroeconomici americani migliori del previsto hanno influito oggi positivamente sui listini delle principali piazze europee. La Borsa svizzera ha chiuso con un netto rialzo. L'indice guida SMI ha terminato con un +1,82% a 6613,37 punti. Quello allargato SPI ha guadagnato l'1,71% portandosi a 5880,98 punti.
Praticamente tutti i 20 principali titoli hanno segnato rialzi. A trainare sono stati prima di tutto i pesi massimi, come Nestlé (+2,39% a 55,7 franchi), Novartis (+2,45% a 56,5 fanchi) e Roche (+1,45% a 146,5 franchi).
Bene anche i valori legati alla congiuntura: ABB ha segnato +2,51% portandosi a 20,45 franchi, Holcim +1,76% a 66,45 franchi e Adecco +1,62% a 59,45 franchi. Anche Swatch ha fatto un balzo in avanti (+2,64% a 397,1). I bancari chiudono la giornata con guadagni più contenuti: CS segna +0,85% a 41,3 franchi, UBS +0,60% a 16,71 franchi e Julius Baer +1,50% a 39,85 franchi.
Oggi come ieri molti occhi erano puntati su Actelion che guadagna il 2,56% a 56 franchi. Ieri vi sono state voci secondo le quali entro la fine della settimana il gruppo biotecnologico renano sarà al centro di un'offerta pubblica di acquisto da parte dell'americana Amgen. Infine va segnalato che Transocean ha segnato un +3,62% a 68,65 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?