Navigation

Borsa svizzera: chiude in rialzo, SMI +0,17%

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 dicembre 2019 - 17:46
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera archivia un'altra seduta in rialzo, durante la quale ha segnato un nuovo record: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10'556,74 punti, su dello 0,17% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,11% a 12'748,55 punti.

La giornata era partita con una certa cautela, ma i corsi hanno quasi subito preso l'ascensore, per poi ripiegare parzialmente nel finale. "Gli investitori non sanno dove mettere i soldi e così continuano a comprare", ha spiegato un operatore.

Gli acquisti sono stati favoriti anche dagli ultimi dati congiunturali cinesi e tedeschi. In Germania, mercato particolarmente importante per l'export elvetico, l'indice Ifo che misura la fiducia delle imprese ha fatto un balzo in avanti non previsto dagli analisti. L'SMI ha così toccato un nuovo massimo interday a 10'638,20 punti.

A trainare il mercato è stata soprattutto Nestlé (+0,44% a 104,02 franchi), mentre si sono almeno in parte defilati gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (-0,32% a 91,58 franchi) e Roche (+0,13% a 304,15 franchi). Non univoco è stato l'andamento dei bancari UBS (-0,24% a 12,29 franchi) e Credit Suisse (+0,07% a 13,44 franchi). Maggiore concordanza è stata invece ravvisata fra gli assicurativi Swiss Re (+0,37% a 109,35 franchi), Zurich (+0,30% a 401,30 franchi) e Swiss Life (+0,28% a 497,20 franchi).

In ordine sparso hanno terminato i valori più sensibili ai cicli economici quali ABB (-0,04% a 23,56 franchi), Adecco (-0,10% a 61,84 franchi), LafargeHolcim (+0,41% a 53,28 franchi), Geberit (-0,44% a 541,20 franchi) e Sika (+0,50% a 179,75 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (+0,63% a 76,18 franchi) si è fatta preferire a Swatch (-0,11% a 274,30 franchi).

Completano il quadro delle blue chip Alcon (+0,58% a 55,67 franchi), Givaudan (+1,08% a 2983,00 franchi), Lonza (+0,92% a 350,90 franchi), Swisscom (+0,39% a 521,20 franchi) e SGS (+0,38% a 2621,00 franchi).

Nel mercato allargato ha arretrato Schindler (-1,89% a 238,40 franchi), dopo la vendita di un grosso pacchetto azionario: secondo voci di mercato potrebbe trattarsi di azioni dell'ex numero uno e attuale consigliere d'amministrazione Alfred N. Schindler. Pure in difficoltà è apparsa Meyer Burger (-3,11% a 0,39 franchi), in seguito alla chiusura di un'unità in Germania.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.