Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Inizio di settimana positivo per la borsa svizzera. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 6418,25 punti (+0,27% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,28% a 5661,23 punti.
La seduta è trascorsa tranquilla e con oscillazioni limitate, complice la festività del Labour Day negli Usa. In assenza di novità di rilievo, il mercato ha mantenuto per tutta la giornata l'orientamento positivo assunto in apertura dopo le buone chiusure delle piazze asiatiche e, venerdì, di Wall Street. Sugli scambi hanno inoltre inciso le ultime indicazioni provenienti dal Fondo monetario internazionale: ieri il numero due John Lipsky ha detto di non vedere pericoli di una nuova recessione.
Sul fronte interno fra i bancari buono l'andamento di Julius Bär (+0,89% a 38,60 franchi) - che ha annunciato oggi un rafforzamento della sua presenza in Asia - mentre in controtendenza è apparso Credit Suisse (-1,36% a 46,45 franchi), e UBS (-0,82% a 18,08 franchi) ha perso colpi nel finale. Non lontano dalla parità hanno terminato gli assicurativi Swiss Re (+0,07% a 44,11 franchi) e Zurich (-0,38% a 236,10 franchi).
In evidenza per tutta la seduta è rimasta Syngenta (+3,46% a 251,40 franchi), dopo un'intervista pubblicata sabato in cui il presidente della direzione Mike Mack stima al 3-5% la crescita a medio termine del gruppo. Fra i titoli più legati alla congiuntura va segnalata ABB (+0,39% a 20,71 franchi), più tonica di Holcim (-0,39% a 63,25 franchi).
Nel segmento del lusso, gli investitori hanno guardato con favore a Richemont (+0,93% a 42,46 franchi), che presenterà i suoi risultati mercoledì: dopo il buon semestrale del concorrente americano Tiffany le aspettative sono elevate. Swatch (-0,64% a 341,50 franchi) è sembrata invece soffrire per uno studio di BNP Paribas sulle prospettive del settore.
Per quanto riguarda i valori difensivi, Novartis (+0,19% a 54,15 franchi) è stata superata con il passare delle ore da Nestlé (+0,46% a 54,15 franchi) e Roche (+0,56% a 143 franchi). Quest'ultimo titolo aveva già guadagnato fortemente venerdì dopo l'annuncio di un programma di risparmi.
Nel mercato allargato hanno pubblicato i risultati semestrali Partners Group (+5,91% a 155,90 franchi), Precious Woods (+0,68% a 29,70 franchi) e Genolier (+7,58% a 19,15 franchi): per quest'ultima società l'attenzione era però puntata soprattutto sull'assemblea degli azionisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS