Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Di nuovo una seduta positiva per la Borsa svizzera, che ha aggiornato oggi i suoi massimi pluriennali: l'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 7304,85 punti (+0,45% rispetto a martedì), mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,37% a 6715,43 punti.

Sul fronte interno hanno recuperato con il passare delle ore i bancari UBS (+0,06% a 16,10 franchi), Credit Suisse (+0,62% a 26,10 franchi) e Julius Bär (+0,03% a 35,53 franchi), come pure gli assicurativi Swiss Re (+0,22% a 69,65 franchi) e Zurich (+0,43% a 254,00 franchi).

Fra i titoli maggiormente esposti ai cicli congiunturali Holcim (+1,81% a 67,65 franchi) ha approfittato di una raccomandazione di Jefferies e ha fatto meglio di ABB (+1,03% a 19,68 franchi) e soprattutto di Adecco (-0,38% a 49,72 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (+0,82% a 79,50 franchi) è apparsa più tonica di Swatch (invariata a 521,50 franchi).

In positivo hanno chiuso anche i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,40% a 62,40 franchi) e Novartis (+0,66% a 60,80 franchi), mentre Roche (-0,15% a 196,80 franchi) è andata spegnendosi nel finale. La blue chip più brillante è risultata la sempre volatile Transocean (+2,47% a 51,05 franchi). Syngenta (+0,57% a 389,20 franchi) ha raggiunto un livello record.

Nel mercato allargato l'attenzione era concentrata su Barry Callebaut (-0,77% a 903,00 franchi), che ha diffuso i dati del primo trimestre dell'esercizio 2012-2013.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS