Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una giornata positiva per la Borsa svizzera, che ha chiuso con un'accelerazione pomeridiana una seduta trascorsa a lungo vicino alla parità. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 9365,35 punti, in progressione dello 0,49% rispetto a ieri.

Il listino globale SPI è dal canto suo avanzato dello 0,42% a 9503,14 punti. Il mercato è stato confrontato con una certa carenza di impulsi, fino alla pubblicazione nel pomeriggio delle richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti, che nell'ultimo mese sono calate a 266'250 unità, ai minimi dall'aprile del 2000.

Tra le blue chip oggi ha spiccato Transocean (+3,54% a 18,74 franchi): la società - proprietaria di Deepwater Horizon, la piattaforma di cui Bp aveva il lease responsabile della marea nera del 2010 - ha annunciato stamane che pagherà 211 milioni di dollari ad aziende e singoli individui per i danni subiti nell'incidente, che aveva causato la morte di 11 persone.

Sul fronte dei bancari gli occhi erano puntati ancora su UBS (-0,44% a 20,37 franchi), dopo la conclusione lungamente attesa della vertenza negli Usa relativa alle manipolazioni di tassi di cambio e libor. Ieri il titolo aveva reagito in maniera estremamente positiva all'accordo con la giustizia americana, oggi si è un poco riassestato, secondo gli analisti.

Contrastati hanno chiuso gli altri due bancari, Credit Suisse (-0,24% a 25,06 franchi) e Julius Bär (+1,37% a 51,95 franchi). Unanimità di tendenze invece nel comparto assicurativo, con Swiss Re (+0,30% a 84,55 franchi) e Zurich (+1,38% a 308,00 franchi).

In ordine sparso hanno terminato i valori maggiormente sensibili alla congiuntura come ABB (+0,83% a 20,58 franchi), Adecco (-0,85% a 75,80 franchi), Holcim (+0,33% a 75,60 franchi) e Geberit (+0,29% a 340,70 franchi). Una giornata positiva l'hanno vissuta Swatch (+0,87% a 403,80 franchi) e Richemont (+0,87% a 86,85 franchi), che domani presenterà il risultato dell'esercizio 2014/2015.

Hanno invece accelerato nel pomeriggio i pesi massimi Nestlé (+0,14% a 73,40), Roche (+0,54% a 279,20) e soprattutto Novartis (+0,98% a 98,05 franchi).

Nel mercato allargato ha, infine, chiuso in territorio positivo Gategroup (+0,75% a 33,50 franchi): il gruppo zurighese specializzato nella ristorazione a bordo degli aerei ha archiviato i primi tre mesi del 2015 con una perdita di 37,6 milioni di franchi contro i -16,7 milioni dell'analogo periodo dell'anno precedente, ma gli analisti avevano già previsto un risultato in rosso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS