Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha chiuso in lieve rialzo una giornata trascorsa interamente in territorio positivo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 8'617,07 punti (+0,50% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,48% a 8'522,74 punti. A dare uno slancio alla piazza elvetica sono stati dati positivi dagli USA e cifre di crescita economica sopra le attese dalla Cina.

Dagli Stati Uniti sono stati resi noti in particolare i prezzi al consumo, saliti più del previsto. È attesa inoltre in serata la pubblicazione del rapporto congiunturale della Federal Reserve (Beige Book). Sul fronte interno, gli investitori hanno preso atto di un indice Zew del Credit Suisse leggermente in calo (-4,7 punti rispetto a giugno).

In merito ai singoli titoli, i bancari hanno registrato una notevole progressione, condotti da Credit Suisse (+1,86% a 26,30 franchi), UBS (+1,09% a 16,75 franchi) e Julius Bär (+1,02% a 36,63 franchi). Gli assicurativi Swiss Re (+0,39% a 78,20 franchi) e Zurich (+0,81% a 275,00 franchi) hanno terminato anch'essi in rialzo.

Hanno chiuso in positivo anche la gran parte dei valori maggiormente sensibili ai cicli economici, che approfittano per natura di più della disponibilità al rischio degli investitori, come ABB (+0,83% a 20,55 franchi), Adecco (+0,73% a 69,20 franchi) e Geberit (+1,46% a 312,60 franchi), mentre ha chiuso in calo Holcim (-0,38% a 78,30 franchi), unico titolo del listino SMI in perdita già nel primo pomeriggio. Nel segmento del lusso, Richemont (+1,43% a 92,40 franchi) e Swatch (+0,38% a 525,00 franchi). Il Broker Helvea ha ridotto le sue previsioni per Swatch. In lieve rialzo anche Actelion (+0,36% a 110,40 franchi).

I pesi massimi difensivi Novartis (+0,56% a 81,15 franchi), Roche scivolata in negativo nel tardo pomeriggio (-0,60% a 266,40 franchi) e Nestlé (+0,51% a 69,05 franchi) hanno frenato un po' il mercato complessivo. Novartis renderà noto domani l'andamento degli affari nel secondo trimestre.

Completano il quadro delle blue chip Givaudan (+1,01% a 1'500 franchi), SGS (+0,23% a 2'135 franchi), Swisscom (+0,10% a 513,00 franchi), Transocean (+2,28% a 39,50 franchi) e Syngenta (+0,89% a 328,70 franchi). Credit Suisse ha valutato al rialzo oggi l'obbiettivo di corso di quest'ultimo titolo.

Nel mercato allargato, in evidenza Cembra Money Bank che cede il 4,98% a 51,50 franchi. È stato reso noto oggi che l'istituto di credito viene indagato per sospetta violazione del segreto bancario dalla giustizia zurighese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS