Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - I guadagni messi a segno fin verso mezzogiorno dalla Borsa svizzera si sono assottigliati nel pomeriggio. I listini sono poi ritornati a salire con la ripresa a Wall Street. L'indice SMI dei titoli guida ha terminato la seduta a 6550,12 punti, in crescita dello 0,83%. L'indice allargato SPI è in progresso dello 0,82% a quota 5659,21.
La maggior parte delle blue chip è in territorio positivo. Malgrado la vicenda del furto di dati di clienti di banche offerti alla Germania, i titoli dei due giganti bancari sono in crescita, con il Credit Suisse che è salito del 2,38% (a 49,03 franchi), l'UBS dello 0,99% (a 14,35 franchi). In lieve calo invece la Julius Baer (-0,17% a 35,23 franchi).
Fra i titoli assicurativi, Swiss Life ha guadagnato il 3,10% (a 139,60 franchi), Swiss Re l'1,99% (a 48,65 franchi). Lieve rialzo invece per Zurich Financial (+0,30% a 233,20 franchi). Stando agli operatori, su Swiss Re hanno influito positivamente le cifre pubblicate dal riassicuratore Munich Re, mentre Swiss Life ha beneficiato di un giudizio positivo di HSBC.
Anche i titoli difensivi di peso hanno dato una mano al listino: Nestlé è in aumento dello 0,30% (a 50,85 franchi), Novartis dello 0,79% (a 57,70 franchi) e Roche dello 0,78% (a 180,60 franchi). Quest'ultima presenterà domani il bilancio 2009.
Buono anche l'andamento dei ciclici ABB (+2,05% a 19,90 franchi) e Holcim (+1,01% a 74,65 franchi). Unici titoli guida in flessione, oltre a Julius Baer, sono Syngenta (-0,51% a 273,60 franchi), Swisscom (-0,23% a 389,40 franchi) e Synthes (-0,29% a 136,10 franchi).
Nel listino allargato la Tornos ha perso il 2,50% (a 8,19 franchi). Il fabbricante di macchine utensili ha subito i contraccolpi della crisi economica: nel 2009 il fatturato è diminuito del 56,5% a 114,4 milioni di franchi, gli ordinativi sono calati del 63,2% a 85,5 milioni. Le vendite sono inferiori alle attese del mercato. Gli analisti non intravvedono per ora alcun segnale di ripresa del settore. Il fatturato ha segnato un balzo dell'83% negli ultimi tre mesi dell'anno, rispetto ai tre mesi precedenti, ma le nuove commesse hanno segnato il passo, rilevano gli esperti della banca Vontobel.
Anche Interroll lascia alle spalle un anno difficile. Il titolo è sceso del 4,38% (a 300 franchi). Il gruppo ticinese specializzato nelle soluzioni logistiche e nell'automazione ha realizzato nel 2009 un giro d'affari di 234 milioni di franchi, in calo del 34,4%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS