Navigation

Borsa svizzera: chiude in rialzo, SMI +0,87%

I corsi sono tornati a salire. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2020 - 17:45
(Keystone-ATS)

Seduta positiva la borsa svizzera, che ha potuto recuperare in parte le perdite di ieri. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 9630,56 punti, in progressione dello 0,87% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha guadagnato l'1,08% a 11'900,18 punti.

Stando agli operatori il nervosismo sul mercato rimane comunque palpabile. A far discutere sono tuttora le capriole del prezzo del petrolio, che forniscono un'indicazione sulle difficoltà con cui è attualmente confrontata la congiuntura mondiale. È opinione comune che un ulteriore arretramento dei corsi può essere scongiurato solo con una stabilizzazione dell'oro nero.

Un certo ottimismo è generato dagli interventi del governo a sostegno dell'economia, come pure dai passi avanti compiuti in vari paesi nell'affrontare la pandemia. Gli investitori rimangono comunque molto restii a volersi impegnare, considerate le enormi incertezze che pesano sul futuro.

Sorvegliata speciale era oggi Roche (+2,67% a 344,65 franchi), che nell'ambito della presentazione dei risultati trimestrali ha confermato gli obiettivi per l'insieme dell'esercizio. Hanno funto da traino anche gli altri due pesi massimi difensivi Novartis (+0,85% a 86,55 franchi) e Nestlé (+1,43% a 106,20 franchi).

Accenti diversi hanno mostrato i valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,24% a 17,61 franchi), LafargeHolcim (+0,50% a 36,07 franchi), Geberit (+2,37% a 406,80 franchi), Adecco (-6,77% a 38,53 franchi) - azzoppata dall'appena avvenuto versamento del dividendo - e Sika (-0,58% a 163,65 franchi). Ha continuato a soffrire il segmento del lusso, con Richemont (-1,39% a 52,66 franchi) e Swatch (-1,38% a 185,80 franchi) a risentire del crollo dell'export orologiero.

Fra i bancari UBS (-0,16% a 8,98 franchi) ha convinto meno di Credit Suisse (+0,94% a 7,70 franchi). Nello stesso comparto finanziario le vendite hanno interessato gli assicurativi Zurich (-0,68% a 293,00 franchi), Swiss Re (-2,84% a 68,36 franchi) e Swiss Life (-0,96% a 320,10 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.