Navigation

Borsa svizzera: chiude in rialzo, SMI +1,38%

La seduta si è rivelata positiva. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2020 - 17:52
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera termina la settimana con una seduta in chiaro rialzo. L'indice dei valori guida SMI ha chiuso a 10'207,13 punti, in progressione dell'1,38% rispetto a ieri, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato l'1,17% a 12'737,19 punti.

Dopo le pesanti perdite di ieri, con il mercato che ha lasciato sul terreno oltre il 2%, un rimbalzo di natura tecnica era atteso. Il clima generale rimane però caratterizzato da una forte incertezza: gli investitori guardano con timore all'aumento dei casi positivi di coronavirus e paventano misure restrittive per l'economia.

Fra gli operatori molti sono convinti che il mercato manterrà la tendenza oscillatoria che caratterizza le ultime settimane almeno sino alle elezioni presidenziali americane. Al momento anche dati congiunturali sorprendentemente positivi - è stato il caso, oggi, delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti relative a settembre - non lasciano il segno.

Per quanto riguarda i singoli titoli una volta ancora si è messa in evidenza Lonza (+5,10% a 598,00 franchi), protagonista di un'annata da incorniciare. Bene orientati si sono rivelati i valori maggiormente dipendenti dai cicli economici come ABB (+1,28% a 24,49 franchi), Sika (+0,91% a 233,90 franchi), LafargeHolcim (+2,51% a 43,37 franchi) e Geberit (+1,55% a 548,80 franchi). Acquisti sono stati segnalati anche nel segmento del lusso, con Richemont (+1,99% a 62,52 franchi) più tonica di Swatch (+0,72% a 210,50 franchi).

Fra i bancari UBS (+1,97% a 10,61 franchi) si è fatta preferire a Credit Suisse (+1,12% a 9,40 franchi). Nello stesso comparto finanziario solidità è stata mostrata dagli assicurativi Zurich (+1,01% a 308,60 franchi) e Swiss Re (+1,73% a 68,22 franchi), mentre ha faticato un po' di più Swiss Life (+0,53% a 340,60 franchi).

Non hanno deluso i pesi massimi Novartis (+1,30% a 78,95 franchi), Roche (+1,25% a 312,25 franchi) e, in misura minore, Nestlé (+0,66% a 107,71 franchi). In calo ha invece chiuso un altro valore spiccatamente difensivo, Swisscom (-0,21% a 486,30 franchi).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.