Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta negativa per la borsa svizzera, appesantita dai valori finanziari e in particolare dal tonfo di Credit Suisse: l'indice dei valori guida ha terminato a 6612,06 punti (-0,30% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI ha perso lo 0,35% a 5937,18 punti.

Negli Usa le richieste di sussidio disoccupazione sono calate più del previsto, al livello più basso dal luglio 2008, ma sul fronte societario hanno deluso gli ultimi dati relativi a Cisco Systems e Pepsico. Per quanto riguarda il vecchio continente hanno tenuto banco le preoccupazioni della Banca centrale europea relative a un aumento dell'inflazione nella zona euro e il riacutizzarsi del rischio insolvenza dei paesi cosiddetti periferici. Un certo recupero è giunto nel finale sulla scia delle voci sulle dimissioni del presidente egiziano Hosni Mubarak.

In Svizzera gli occhi degli investitori erano puntanti su Credit Suisse (-5,82% a 42,10 franchi), penalizzata dall'utile netto 2010 inferiore alle attese e da un taglio degli obiettivi di redditività, e su Zurich (-0,90% a 264,60 franchi), che pur presentando risultati annuali in calo ha leggermente superato le aspettative. Sempre nel ramo bancario e assicurativo in rosso si sono mosse UBS (-0,65% a 18,40 franchi) e Swiss Re (-0,36% a 55,10 franchi), mentre Julius Bär (+0,93% a 42,15 franchi) è apparsa in controtendenza.

Seduta negativa per i titoli più legati alla congiuntura come ABB (-0,71% a 22,45 franchi) e Holcim (-0,65% a 68,70 franchi). Ha operato un netto recupero nel finale Transocean (+0,54% a 74,70 franchi), che ha fatto sapere di aver ricevuto una commessa da 427 milioni di dollari per operazioni in Norvegia. Fra i difensivi per tutta la giornata Nestlé (+1,18% a 51,40 franchi) ha sostenuto il listino, mentre meno tonici sono apparsi i farmaceutici Novartis (-0,09% a 53,70 franchi) e Roche (+0,28% a 141,00 franchi).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Kardex (-4,42% a 30,30 franchi) e Basilea (-0,32% a 77,25 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS