Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -0,32%

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 gennaio 2020 - 17:48
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera ha archiviato in territorio negativo la seduta odierna, pur rianimandosi nel pomeriggio dopo un avvio in profondo rosso. L'indice principale SMI ha chiuso perdendo lo 0,32% a 10'665,41 punti e quello allargato SPI lo 0,30% a 12'899,70 punti.

Tutte le piazze europee sono state frenate dalla tensione fra Stati Uniti e Iran, scaturita dalla morte in un raid americano del potente generale di Teheran Qasem Soleimani, e dal timore di un'ulteriore escalation.

Fra propositi di vendetta da una parte e nuove minacce del presidente Donald Trump dall'altra, la turbolenta situazione geopolitica in Medio Oriente ha generato non poco nervosismo. "Siamo in un periodo di crescente incertezza. E questo è veleno per i mercati", ha detto un operatore.

Pochi gli spunti sul fronte interno, in attesa dei risultati provvisori riguardo all'esercizio 2019 della Banca nazionale svizzera, previsti giovedì. Stando agli economisti di UBS, l'istituto dovrebbe registrare un utile vicino ai 50 miliardi di franchi.

Novartis (-0,21% a 92.09 franchi) ha comunicato di aver finalizzato l'acquisizione della società biotecnologica del New Jersey The Medicines Company, un'operazione da quasi 10 miliardi di dollari. Come la maggior parte delle blue chip, arretrano pure gli altri pesi massimi difensivi Roche (-0,11% a 315.75 franchi) e Nestlé (-0,06% a 106.26 franchi)

Particolarmente giù di corda il settore del lusso con Richemont (-1,72% a 75.26 franchi) maglia nera e Swatch (-1,15% a 267.50 franchi) a sua volta in affanno. Tra i bancari Credit Suisse (+0,04% a 13.165 franchi) resta a galla con un recupero in extremis, convincendo più di UBS (-0,69% a 12.29 franchi).

L'atmosfera fiacca non ha risparmiato nemmeno gli assicurativi Zurich Insurance (-0,57% a 400.10 franchi), Swiss Re (-0,82% a 108.35 franchi) e Swiss Life (-0,82% a 484.20 franchi). Tra i pochi titoli col segno più Swisscom (+0,47% a 517.60 franchi), i ciclici ABB (+0,30% a 23.63 franchi) e Adecco (+0,26% a 60.98 franchi), così come Alcon (+0,09% a 55.50 franchi).

Nel mercato allargato, prestazione in controtendenza con la giornata borsistica per Sunrise (+2,80% a 78.80 franchi). L'operatore ha reso noto un ulteriore passo del rimpasto della propria direzione, che ha preso avvio dopo le dimissioni del CEO Olaf Swantee venerdì, nominando Uwe Schiller nuovo direttore finanziario.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.