Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -0,47%

È stata una seduta un tantino psichedelica. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 marzo 2020 - 17:43
(Keystone-ATS)

Seduta nervosa per la borsa svizzera, che si è dapprima mossa bene, per poi arretrare pesantemente sulla scia di Wall Street. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 9152,50 punti, giù dello 0,47% rispetto a ieri.

Il listino globale SPI ha perso lo 0,59% a 11'161,17 punti.

Gli investitori continuano a temere per lo sviluppo della congiuntura mondiale. Molti si chiedono se le misure di politica monetaria che si stanno concretizzando rappresentino il giusto approccio per far fronte alla crisi innescata dal coronavirus.

Nel Regno Unito la Bank of England ha effettuato un taglio del costo del denaro; vi è inoltre la promessa di un piano di stimolo da 30 miliardi di sterline da parte del governo. In Germania la cancelliera Angela Merkel ha promesso che l'esecutivo farà "tutto il necessario" per proteggere l'economia. Da parte sua la presidente della Banca centrale europea (Bce) Christine Lagarde ha assicurato l'adozione di misure di stimolo nella riunione di domani.

Sul fronte interno poco ispirati sono apparsi i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (-0,44% a 17,91 franchi), Adecco (-0,45% a 41,91 franchi), LafargeHolcim (-2,07% a 39,77 franchi), Geberit (-2,90% a 441,60 franchi) - sotto pressione a causa del giudizio degli analisti di tre istituti diversi - e Sika (-1,05% a 155,80 franchi). Nel segmento del lusso, Swatch (-1,35% a 193,15 franchi) ha sofferto un po' meno di Richemont (-2,97% a 58,22 franchi).

Non hanno sfigurato i bancari UBS (+0,51% a 9,10 franchi) e Credit Suisse (+0,11% a 8,78 franchi). Nello stesso comparto finanziario le vendite hanno interessato gli assicurativi Zurich (-0,21% a 332,80 franchi) e Swiss Re (-0,07% a 81,60 franchi), ma non Swiss Life (+0,33% a 395,80 franchi).

In ordine sparso si sono mossi i pesi massimi Novartis (+0,32% a 77,55 franchi), Roche (-0,08% a 297,10 franchi) e Nestlé (-0,71% a 96,13 franchi).

Nel mercato allargato Von Roll (+5,32% a 0,75 franchi) ha informato sull'esercizio 2019. AMS (-10,64% a 22,59 franchi) è scesa ai minimi da un anno sulla scia dell'annunciato aumento di capitale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.