Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera chiude la seduta in ribasso ma in netto recupero rispetto ai minimi di giornata. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 8816,94 punti, in flessione dello 0,76% rispetto a ieri. Pure il listino globale SPI ha perso lo 0,76% a 9039,70 punti.

I mercati rimango indecisi fra i timori circa l'andamento della congiuntura mondiale - nell'Eurozona sono stati pubblicati deboli dati sulla produzione industriale - e la speranza di ulteriori interventi di stimolo in Europa e in Asia.

Il principale tema di discussione rimane però l'innalzamento dei tassi negli Usa. Il presidente della Federal Reserve di St. Louis, James Bullard, ha detto un un discorso che la politica di crisi dell'istituto non è più necessaria. Si rafforzano così le schiere di coloro che prevedono la stretta in dicembre. Questo spinge molti investitori a realizzare i guadagni.

A livello di singoli sono arretrati i bancari UBS (-1,79% a 19,24 franchi) e Credit Suisse (-1,63% a 23,56 franchi), mentre si è difeso meglio Julius Bär (+0,09% a 46,67 franchi). Nel comparto assicurativo più che di Swiss Re (+0,05% a 95,75 franchi) oggi si è parlato di Zurich (-0,71% a 265,30 franchi): stando a Bilanz i giorni del CEO Martin Senn alla testa della società sarebbero contati.

Negativi si sono rivelati i titoli maggiormente sensibili ai cicli economici come ABB (-1,42% a 18,69 franchi), Geberit (-0,90% a 329,30 franchi), Adecco (-1,47% a 66,90 franchi) e LafargeHolcim (-2,26% a 56,10 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (-1,36% a 80,00 franchi) non ha approfittato dei buoni dati della controllata Net-A-Porter ed è apparsa ancora più sotto pressione di Swatch (-0,83% a 368,30 franchi).

Non del tutto unitari hanno chiuso i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,40% a 74,60 franchi), Novartis (-1,02% a 87,55 franchi) e Roche (+0,04% a 266,80 franchi). Completano il quadro delle blue chip Actelion (-1,01% a 137,50 franchi), Givaudan (-1,54% a 1786,00 franchi), SGS (-1,05% a 1878,00 franchi), Swisscom (-0,49% a 511,50 franchi), Syngenta (-0,69% a 345,90 franchi) e Transocean (-0,76% a 14,35 franchi).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Swiss Life (-2,56% a 235,70 franchi), Gategroup (+2,88% a 37,45 franchi), Schmolz+Bickenbach (-8,33% a 0,55 franchi) e Banca cantonale vodese (+0,49% a 616,00 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS