Navigation

Borsa svizzera: chiude in ribasso, SMI -1,15%

È stata una seduta tinta di rosso. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2020 - 17:49
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera chiude in ribasso una seduta tutta trascorsa in territorio negativo. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 10'211,53 punti, in flessione dell'1,15% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI ha perso l'1,10% a 12'701,95 punti.

A preoccupare gli investitori, una volta ancora, sono i numeri dei contagi da Covid-19, in aumento sia in Europa che negli Stati Uniti. Questo alimenta i timori di possibili nuovi confinamenti, con conseguenze nefaste sulla congiuntura. Non hanno aiutato inoltre gli ultimi dati, risultati peggiori del previsto, sul mercato del lavoro americano.

Sempre nel paese di Donald Trump la situazione politica appare tesa, in vista delle elezioni presidenziali di inizio novembre. Questo rende sempre più improbabile un accordo tra repubblicani e democratici che possa dare il via a a un pacchetto di stimolo economico, su cui i mercati contano da tempo.

In Germania l'istituto Ifo ha certificato un miglioramento della fiducia delle imprese, ma non nella misura che ci si aspettava. Sul fronte interno invece gli occhi erano puntati sulla Banca nazionale, che come previsto ha lasciato immutata la sua politica monetaria.

I dubbi sulla tenuta dell'economia globale non hanno favorito i valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (-0,52% a 23,12 franchi), LafargeHolcim (-1,69% a 41,26 franchi), Geberit (-0,19% a 531,00 franchi) e Sika (-1,12% a 220,70 franchi). In rosso si è trovato anche il segmento del lusso, con Swatch (-1,51% a 209,10 franchi) e Richemont (-1,27% a 60,84 franchi).

La giornata è stata da dimenticare per i bancari Credit Suisse (-2,15% a 8,91 franchi) e UBS (-2,31% a 9,97 franchi), nonché per gli assicurativi Swiss Re (-1,30% a 68,16 franchi), Swiss Life (-1,68% a 345,50 franchi) e Zurich (-1,95% a 321,90 franchi).

Il fuggi fuggi generale odierno dalle azioni ha interessato anche i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,77% a 108,22 franchi), Novartis (-1,37% a 80,20 franchi) e Roche (-0,75% a 331,80 franchi).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.