Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha chiuso in positivo una giornata altalenante. L'indice dei valori guida SMI ha segnato 8'417.46 punti, in progressione dello 0,30%, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,26% a 9'166.05 punti.

Il mercato azionario elvetico continua quindi a mancare di slancio al termine della prima settimana dell'anno. Quasi irrilevante la reazione alla pubblicazione stamane dei dati relativi all'indice di fiducia dell'Eurozona di dicembre, che supera ampiamente le attese e si porta ai massimi dal marzo 2011. L'indicatore di consumatori e imprese sale a 107,8 dai 106,6 di novembre, contro le attese di un timido rialzo a 106,8.

I dati relativi al mercato del lavoro negli Stati Uniti, il cosiddetto "Job report", hanno spinto fiaccamente i listini al rialzo ma senza risultati eclatanti. Stando al rapporto pubblicato nel primo pomeriggio, l'economia americana ha creato 156'000 posti di lavoro a dicembre, un risultato sotto le attese degli analisti che scommettevano su 175'000 posti. Il tasso di disoccupazione è salito al 4,7% dal 4,6% di novembre.

Sul fronte interno nel corso della giornata è andato aumentando il numero di titoli in positivo, con un netto miglioramento sul finale.

Al di sopra della linea di demarcazione si sono posizionati Richemont (+1,89%, a 67.40 franchi), ABB (+0,78%, a 21.94 franchi), Syngenta (+0,74%, a 407.90 franchi), CS Group (+0,82%, a 15.89 franchi), LafargeHolcim (+0,37%, a 54.15 franchi) e Nestlé (+0,67%, a 74.60 franchi).

Bene pure Swatch (+0,58%, a 312.40 franchi), Roche (+0,04%, a 241.30 franchi), UBS (+0,18%, a 17.00 franchi ), Swisscom (+0,06 %, a 467.10 franchi) e Actelion (+1,42%, a 228.40 franchi). Quest'ultima sempre sostenuta dalle speculazioni relative a un probabile accordo di fusione con Johnson & Johnson.

Tra i bancari Julius Baer (-1,18%, a 47.86 franchi) ha pesato sui listini e negativo è risultato pure l'intero comparto assicurativo, con Zurich che ha perso lo 0,07% (a 285.60 franchi), Swiss Re lo 0,26% (a 96.80 franchi) e Swiss Life lo 0,10% (a 298.30 franchi).

Fra i valori maggiormente sensibili alla congiuntura hanno perso Geberit (-0,10%, a 410.30 franchi) e Adecco (-0,07%, a 69.40 franchi). In rosso anche il peso massimo difensivo Novartis (-0,20%, a 74.75 franchi).

Completano il quadro dei 20 titoli principali SGS (-0,14%, a 2'101.00 franchi) e Givaudan (-0,27%, a 1'869.00 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS