Navigation

Borsa svizzera: chiude praticamente in parità, SMI +0,01%

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 agosto 2012 - 17:52
(Keystone-ATS)

Dopo avere oscillato attorno alla linea di demarcazione, la Borsa svizzera ha ripreso quota nel primo pomeriggio sulla scia della pubblicazione del dato riveduto al rialzo sul Pil americano, ma sul finale è ritornata vicina alla parità. Il listino principale SMI ha chiuso a 6421,96 punti, in aumento dello 0,01%. L'indice allargato SPI ha terminato la seduta a quota 5932,29 (pure +0,01%).

Il Pil statunitense nel secondo trimestre è cresciuto dell'1,7%, un po' più delle previsioni degli analisti. La prima stima indicava un aumento dell'1,5%. Pur trattandosi del secondo trimestre consecutivo di crescita, il dato mostra le difficoltà dell'economia americana a ripartire, è stato indicato. Gli investitori sono in attesa del discorso di Ben Bernanke, in programma venerdì a Jackson Hole, nel Wyoming. Dal presidente della Fed i mercati si aspettano segnali a sostegno dell'economia statunitense.

Contrastati i due giganti bancari, con UBS in aumento dello 0,56% (a 10,73 franchi) e Credit Suisse in discesa dell'1,25% (a 18,11 franchi). Julius Bär è salita dello 0,50% (a 31,86 franchi), malgrado l'annuncio da parte di Moody's di mettere sotto osservazione il rating della banca privata zurighese, ciò in relazione all'acquisto delle attività internazionali di gestione patrimoniale dell'americana Merrill Lynch.

Quanto ai titoli guida assicurativi, Swiss Re è cresciuta dello 0,34% (a 59,55 franchi), Zurich dello 0,13% (a 230,60 franchi). Fra i pesi massimi difensivi, Nestlé ha sostenuto il mercato con un guadagno dello 0,42% (a 59,95 franchi), Novartis (-0,26% a 56,55 franchi) e Roche (-0,63% a 173,60 franchi) hanno invece avuto un impatto negativo.

Nel segmento dei titoli più legati alle oscillazioni congiunturali, ABB ha guadagnato lo 0,66% (a 16,66 franchi), Adecco ha perso lo 0,16% (a 43,00 franchi), Geberit è in rialzo dello 0,15% (a 200,60 franchi) e Holcim non ha registrato variazioni (58,70 franchi).

Nel mercato allargato Orascom Development, che stamane ha presentato il bilancio semestrale, ha segnato un balzo del 5,71% (a 14,80 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?