Navigation

Borsa svizzera: chiusura in crescita, SMI +1,22%

La Borsa svizzera chiude la seduta odierna in positivo (foro simbolica) KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 marzo 2020 - 17:59
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera, partita in rialzo, è passata temporaneamente in territorio negativo poco prima delle 13.00 per poi tornare al di sopra della linea di demarcazione.

Nonostante i timori legati alla propagazione mondiale del coronavirus, l'indice dei valori guida SMI ha guadagnato l'1,22% a 9'950,83 punti e quello allargato SPI l'1,25% a 12'046,83 punti.

L'epidemia di coronavirus, che ha ormai causato oltre 3000 morti nel mondo e i cui casi recensiti stanno esplodendo soprattutto nella Corea del Sud e in Italia, tiene con il fiato sospeso tutte le principali borse europee.

Negli Usa, dove Wall Street ha avviato la seduta in positivo, sono stati forniti i dati sugli indici manufatturieri PMI e ISM, entrambi in calo in febbraio e al di sotto delle attese degli analisti.

Sul fronte interno a trainare il listino principale sono i pesi massimi difensivi Nestlé (+1,71% a 100,54 franchi), Roche (+1,61% a 314,70 franchi) e Novartis (+0,92% a 82 franchi). Tra i finanziari, in positivo appaiono gli assicurativi Zurich (+2,64% a 380,70 franchi), Swiss Life (+2,01% a 447,40 franchi) e Swiss Re (+1,72% a 93,22 franchi), mentre pesanti perdite sono registrate dai bancari, con Credit Suisse che cede l'1,02% a 10,70 franchi e UBS lo 0,80% a 10,52 franchi.

Riferendosi all'epidemia, gli analisti di UBS, in una presa di posizione, hanno dichiarato che "al momento una recessione resta uno scenario di rischio e non un nostro scenario di base". Inoltre "se il numero di casi comincia a diminuire entro entro aprile, una recessione mondiale resta poco probabile".

I titoli più sensibili alla congiuntura risultano in ordine sparso: ABB e Adecco scendono rispettivamente dello 0,14% (a 20,78 franchi) e del 2,82% (a 49,93 franchi), in progressione sono invece Geberit (+2,67% a 491,80 franchi), LafargeHolcim (+1,90% a 45,56 franchi) e Sika (+1,52% a 174,00 franchi).

In netto calo chiudono i titoli del lusso: Richemont cede l'1,56% a 64,38 franchi e Swatch registra un calo dello 0,99% a 219,70 franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.