Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in negativo e una mattinata altalenante la Borsa svizzera ha trascorso la maggior parte del pomeriggio al di sopra della linea di demarcazione e ha chiuso in leggero rialzo.

L'indice dei valori guida SMI ha guadagnato lo 0,06% a 7'975,81 punti; quello allargato SPI è pure progredito dello 0,06% a 8'437,31 punti

Prima della riunione della Banca centrale europea (Bce) - che si terrà domani - gli investitori si sono dimostrati prudenti: nelle attese degli economisti, la Bce dovrebbe tagliare nuovamente il tasso sui fondi depositati dalle banche (che da -0,30% potrebbe scendere a -0,40%) e dare un'accelerazione agli acquisti di titoli di Stato dai 60 miliardi al mese attuali a circa 75 miliardi.

La giornata è stata caratterizzata dalla mancanza di impulsi sul fronte dei dati congiunturali: in Svizzera gli occhi erano puntati su Adecco che oggi ha annunciato un utile netto in caduta libera. Il titolo del leader mondiale del lavoro temporaneo, in negativo nelle prime ore della seduta, ha poi recuperato terreno chiudendo in progressione dell'1,47% a 62 franchi. Tutti in positivo anche gli altri titoli più sensibili alla congiuntura: ABB è avanzato dello 0,33% a 18,22 franchi, Geberit dello 0,30% a 362,50 franchi e LafargeHolcim del 2,41% a 42,85 franchi.

Tra i titoli di peso difensivi, in crescita Nestlé e Novartis che hanno segnato progressioni rispettivamente dello 0,35% a 71,50 franchi e dello 0,28% a 72,2 franchi, mentre in perdita Roche (-1% a 248,30 franchi).

Ad eccezione di CS Group, che ha terminato in rosso (-0,33% a 14,97 franchi), bene hanno fatto gli altri titoli bancari: UBS ha guadagnato lo 0,49% a 16,33 franchi e Julius Bär lo 0,21% a 42,62 franchi

Contrastati si sono mantenuti invece gli assicurativi con Zurich in crescita dello 0,31% a 224,50 franchi e Swiss Re in calo dello 0,34% a 88,60 franchi. Entrambi in negativo hanno chiuso i titoli del lusso: Swatch ha ceduto lo 0,76% a 364,60 franchi e Richemont si è contratto dello 0,81% a 67,15 franchi. A segnare le perdite maggiori è Transocean che ha lasciato sul terreno il 3,59% a 11,27 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS