Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: chiusura in lieve rialzo, SMI +0,10%

Seduta altalenante quella odierna per la Borsa svizzera. A preoccupare gli investitori è il dibattito sul debito e sul budget degli Stati Uniti. Alla fine l'SMI ha chiuso le contrattazioni in lieve rialzo (+0,10% a 8'055.23 punti). Appena positivo anche l'SPI (+0,04% a 7'642.10 punti).

Il listino principale è stato sostenuto dai pesi massimi difensivi Roche e Novartis, che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,54% a 240.90 franchi e lo 0,22% a 69.85 franchi. In ribasso invece Nestlé (-0,32% a 63.15).

Tutti negativi i bancari: Credit Suisse -0,87% a 27.46 franchi, Julius Bär -0,63% a 42.85 franchi e UBS -0,16% a 18.96 franchi. Tra gli assicurativi Zurich ha perso lo 0,26% a 233.70 franchi mentre Swiss Re ha messo a segno un +0,86% a 76.05 franchi.

Andamento eterogeneo anche per i titoli più legati alla congiuntura, con ABB in flessione dello 0,41% a 21.65 franchi, Adecco in calo dello 0,63% a 63 franchi, Geberit in rialzo dello 0,57% a 246.50 franchi e Holcim in progressione dello 0,66% a 68.95 franchi.

Quanto al lusso, Richemont - ieri l'azione al portatore è stata sostituita da quella nominativa dello stesso valore - è avanzata dello 0,49% a 93.15 franchi, Swatch Group dello 0,51% a 588 franchi.

Tra gli altri titoli in evidenza Transocean (+1,40% a 41.26 franchi) e Swisscom (+1,01% a 439.70 franchi), mentre ha chiuso in netto calo Actelion (-1,10% a 62.85 franchi).

Nell'indice allargato da segnalare Swissquote, che ha guadagnato il 12,94% a 33.60 franchi dopo aver annunciato il rilevamento di MIG Bank, specializzata nel commercio online di divise.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.