Chiusura in perdita per la Borsa svizzera in seguito al "martedì nero" fatto registrare da Tokyo e alle contrattazioni in ribasso di Wall Street, dove gli investitori attendono la riunione della Fed sui tassi. Lo SMI, pur recuperando nel finale, ha fatto segnare -2,76% a 6'101.01 punti. L'indice allargato SPI è arrivato a quota 5'542.25 (-2.70%).

Sulla piazza elvetica i cali più evidenti vengono fatti registrare da Synthes (-3,84% a 120.30 franchi), Richemont (-3,74% a 49.19 franchi) e Nestlé (-3,72% a 49.20 franchi). Dopo un avvio disastroso in mattinata (-6,15%) migliora Swatch Group che conclude con -2,31% (a 368.50 franchi). Per quanto riguarda le banche, UBS scende del 2,34% a 16.67 franchi, Credit Suisse del 2,78% a 38.45 franchi e Julius Bär del 3,65% a 39.54 franchi.

Resistono meglio Novartis, Swiss Re e Actelion, che perdono comunque rispettivamente l'1,24% (a 49.33 franchi), l'1,74% (a 48.50 franchi) e l'1,79% (a 48.93 franchi). Fra i difensivi di peso Roche chiude in calo del 2,68% a 127.30 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.