Navigation

Borsa svizzera: di nuovo sotto la parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2011 - 15:06
(Keystone-ATS)

Dopo una partenza in negativo, la Borsa svizzera ha recuperato terreno nel corso della mattinata per poi perderlo di nuovo in attesa dell'apertura a Wall Street. Alle 14.45 circa il listino principale segna 5501,07 punti, in calo dello 0,39%. L'indice allargato SPI è a quota 4985,22 (-0,46%).

Al centro dell'attenzione degli investitori oggi figura la riunione dei ministri delle finanze di Eurolandia, hanno indicato gli operatori.

I titoli bancari, in crescita in mattinata sono ripiegati. L'UBS è riuscita a mantenersi al di sopra della linea (+0,38%), mentre il Credit Suisse perde l'1,66% e la Julius Bär l'1,22%. Stesso percorso per Swiss Re, in discesa dell'1,04%. Zurich Financial avanza marginalmente (+0,21%).

Fra i titoli maggiormente legati ai cicli congiunturali, Adecco è tuttora al di spora della parità (+0,98%), ABB segna un ribasso dello 0,31% e Holcim cede l'1,75%.

Nestlé è in lieve calo (-0,10%), Novartis perde lo 0,59% mentre Roche cresce dello 0,43%. Tonfo del 6,69% per Transocean, che sul mezzogiorno ha comunicato l'emissione di 26 milioni di azioni, pari all'8,9% delle azioni in circolazione. In vista della comunicazione i titoli erano stati sospesi temporaneamente dalle negoziazioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?