Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera fatica stamane a trovare un orientamento preciso: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 8371,32 punti, in progressione dello 0,25% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,26% a 9155,99 punti.

Dopo un avvio timido il mercato è scivolato in negativo, per poi riprendersi leggermente. I movimenti sono comunque in una ristretta fascia di oscillazione.

Di per sé gli impulsi provenienti dalle piazze asiatiche e da Wall Street sono positivi. Ma gli interrogativi riguardo alla politica economica del presidente americano Donald Trump spingono gli investitori alla prudenza.

Sul fronte interno la settimana si annuncia all'insegna dei risultati aziendali: nei prossimi giorni le pubblicazioni al riguardo aumenteranno notevolmente.

Per quanto concerne i singoli titoli i bancari UBS (+0,19%) e Credit Suisse (+0,40%) approfittano dell'allentamento delle normative sulla finanza annunciato dalla nuova amministrazione americana, mentre Julius Bär (-0,39%) è azzoppata da un giudizio di Kepler Cheuvreux. In positivo sono gli assicurativi Zurich (+0,59%), Swiss Life (+0,19%) e Swiss Re (+0,26%).

In ordine sparso si presentano i valori più sensibili ai cicli economici come ABB (invariata), Adecco (+0,70%), Geberit (-0,19%) e LafargeHolcim (+0,45%). Nel segmento del lusso Swatch (-1,04%) si muove non lontano da Richemont (-0,60%).

Trainano il listino i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,34%), Novartis (+0,27%) e Roche (+0,21%). Quest'ultimo gruppo farmaceutico ha fatto sapere di aver ottenuto una nuova omologazione per il suo medicinale anti-tumorale Herceptin.

Nel mercato allargato in è evidenza è DKSH (+9,53%), che ha presentato risultati annuali convincenti. Ha informato sull'andamento degli affari anche Energiedienst Holding (+0,79%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS