Navigation

Borsa svizzera: giornata in forte rialzo, SMI +3,03%

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 settembre 2011 - 17:56
(Keystone-ATS)

Già chiaramente in territorio positivo durante la mattinata, la Borsa svizzera ha allungato il passo nel pomeriggio, accelerando ulteriormente sulla scia dell'evoluzione favorevole a Wall Street. Il listino principale SMI ha chiuso a 5'564,62 punti, in rialzo del 3,03%. L'indice allargato SPI ha superato la soglia dei 5'000 punti, fermandosi a quota 5'050,99 (+3,12%).

Le piazze hanno ripreso a crescere decisamente grazie alle speranze di interventi concreti sulla crisi dei debiti sovrani di Eurolandia, hanno indicato gli operatori.

Il mercato è stato trainato dai valori finanziari. Dopo l'incremento di ieri di oltre cinque punti percentuali, il titolo UBS è salito del 5,93% (a 11,26 franchi). In forte progressione anche il Credit Suisse, che ha messo a segno un balzo dell'8,63% (a 24,41 franchi). La Julius Bär è avanzata del 6,66% (a 31,05 franchi). Robusta performance anche per gli assicurativi, con Zurich Financial in crescita del 5,98% a 188,00 franchi e Swiss Re del 4,94% a 42,03 franchi.

Tra i titoli difensivi, Nestlé segna un +0,84% a 49,43 franchi. Novartis ha guadagnato l'1,59% (49,90 franchi) e Roche il 3,21% (144,60 franchi).

Rialzi ingenti anche per i titoli più sensibili ai cicli congiunturali, con ABB che ha registrato un incremento del 5,51% a 16,09 franchi, Adecco del 4,91% a 37,42 franchi e Holcim del 5,70% a 48,40 franchi. Richemont è in aumento del 5,12% (46,99 franchi), Swatch Group del 2,38% (352,40 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?