Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Giornata positiva quella odierna per la Borsa svizzera, sostenuta da UBS, che stamane ha annunciato utili miliardari per il primo trimestre del 2010, e dall'accordo raggiunto sul pacchetto di aiuti da destinare alla Grecia. Al gong finale l'indice dei principali titoli SMI segnava un rialzo dello 0.32% a quota 6910.96 L'allargato SPI è invece progredito dello 0.29% a 6074.64 punti.
Come detto, UBS ha annunciato stamane di prevedere per il primo trimestre dell'anno un utile anteimposte di almeno 2,5 miliardi di franchi. Nel contempo sono notevolmente calati i deflussi di fondi della clientela. Le notizie comunicate dalla banca sono migliori di quanto atteso dagli analisti, il titolo è pertanto in progressione del 3.11% a 18.23 franchi.
Bene anche SGS (+2.61% a 1492.- franchi). Il gruppo ha annunciato oggi di aver vinto un appalto in Senegal per la supervisione dei lavori di rinnovo di una strada di 127 chilometri tra Saint-Louis e Richard-Toll.
Tra le altre blue chip, da segnalare il rialzo di ABB (+0.17% a 23.79 franchi), di Adecco (+0.48% a 62.45 franchi), di Nestlé (+0.19% a 53.30 franchi), di Swiss Re (+1.81% a 53.55 franchi) e di ZFS (+1.60% a 260.40 franchi).
Hanno invece chiuso al di sotto della linea di demarcazione Julius Bär (-0.75% a 38.60 franchi), Novartis (-0.26% a 56.70 franchi) e Roche (-0.34% a 173.50 franchi).

SDA-ATS