Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha avviato le contrattazioni in territorio positivo, grazie a dati aziendali favorevoli e al rafforzamento dell'euro. Col passare del tempo i guadagni si sono però assottigliati. Verso le 11.25 l'indice SMI dei titoli guida era a quota 6644,69, in aumento dello 0,09%. L'indice allargato SPI segnava 5973,00 punti (+0,14%).

Sotto la luce dei riflettori oggi figura Syngenta: l'azione sale del 3,91%. Il gruppo agrochimico ha registrato nel 2010 un utile netto di 1,4 miliardi di dollari, in calo dell'1%. Il giro d'affari è invece cresciuto del 6% a 11,64 miliardi di dollari (+4% a tassi di cambio invariati), un dato quest'ultimo superiore alle attese degli analisti. Si sono aggiunti l'aumento del dividendo e il nuovo programma di riacquisto di titoli. Inoltre la società basilese ha annunciato obiettivi ambiziosi, hanno rilevato gli operatori.

Continua la fase positiva del titolo UBS, che cresce dell'1,26%. Ieri l'azione della banca aveva guadagnato oltre il 4% dopo la pubblicazione dei risultati del 2010. I conti si sono chiusi con un utile netto di 7,2 miliardi di franchi. In flessione invece il Credit Suisse (-0,36%) e la Julius Bär (-0,47%). Positivi gli assicurativi, con Zurich Financial che avanza dello 0,49% e Swiss Re dello 0,36%.

Quanto ai pesi massimi difensivi, Nestlé incide negativamente sul listino, con una perdita dello 0,97%. Lo stesso vale per Roche (-0,50%). Novartis è di poco sopra la linea (+0,09%). Dopo la forte progressione di ieri, Swatch Group oggi segna il passo e Richemont è in lieve calo (-0,27%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS