Navigation

Borsa svizzera: in leggero rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2012 - 11:28
(Keystone-ATS)

Prosegue in leggero rialzo la Borsa svizzera, con guadagni che restano modesti malgrado le positive notizie giunte dalla Grecia. Alle 11.15 lo SMI segna +0,20 a 6'166,24 punti. L'indice allargato SPI +0,27%, a 5'661,88 punti.

Nel pomeriggio si terrà la conferenza telefonica fra i 17 ministri finanziari dell'Eurogruppo per dare il via libera definitivo al secondo pacchetto di aiuti internazionali da 130 miliardi di euro ad Atene. Lunedì prossimo, comunque, gli stessi ministri si incontreranno a Bruxelles per la riunione mensile. L'attenzione degli investitori è inoltre puntata sui dati americani dell'occupazione in febbraio.

Sulla piazza elvetica le notizie sulla Grecia non favoriscono i titoli finanziari: UBS (-0,6%), CS (-1%) mentre Julius Bär segna un leggero rialzo (+0,1%). In rialzo anche ZFS (+0,4%). Novartis (+1,1%) approfitta del commento positivo emesso da UBS e Nomura. Il titolo di Nobel Biocare sale del 5,2% dopo la raccomandazione di Goldman Sachs passata da "neutrale" a "buy". In calo Nestlé (-0,3%) e Transocean (-0,5%).

Le borse europee si muovono in territorio positivo a metà mattina sulla scia dell'esito positivo dello swap sul debito greco. Unica eccezione è Milano, con il Ftse Mib in flessione dello 0,47% a 16.585 punti. Londra segna +0,04% a 5.862, Francoforte +0,32% a 6.856, Parigi +0,06% a 3.480.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?