Navigation

Borsa svizzera: in lieve calo in mattinata

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 aprile 2012 - 11:28
(Keystone-ATS)

Mattinata in leggera flessione per la Borsa svizzera, malgrado le performance notevoli di ieri a Wall Street e di stamane in Asia, con Tokyo che ha guadagnato oltre il 2%. Verso le 11.20 il listino principale SMI segna 6188,23 punti, in calo dello 0,19%. L'indice allargato SPI è a quota 5693,24 (-0,21%).

Stando agli operatori, dopo il consistente rialzo di ieri mancano gli impulsi per ulteriori guadagni. Sotto i riflettori oggi il titolo Syngenta. Il gruppo agrochimico basilese ha annunciato un fatturato trimestrale di 4,3 miliardi di dollari, in aumento del 7%. Gli investitori hanno reagito negativamente ai dati pubblicati stamane: il titolo perde il 2,81%. Secondo gli operatori, dopo un buon andamento negli ultimi tempi si sta ora assistendo a un realizzo dei guadagni.

Il mercato è sostenuto dai due giganti farmaceutici: Novartis sale dello 0,20%, Roche dello 0,50%. Nestlé - il terzo peso massimo difensivo - scende invece dello 0,09%. Circa quest'ultima gli operatori hanno riferito di speculazioni secondo cui l'americana Pfizer cederebbe al gigante svizzero per 9 miliardi dollari la sua unità cibo per l'infanzia.

Dopo la robusta progressione di ieri, le banche sono in ribasso: -1,69% per UBS, -1,22% per Credit Suisse e -1,50% per Julius Bär. Fra gli assicurativi, rialzo marginale per Zurich (+0,09%) e progressione dell'1,01% per Swiss Re.

In perdita di velocità i titoli più legati alle oscillazioni congiunturali. ABB cede lo 0,70%, Adecco l'1,21% e Holcim lo 0,96%. Fra gli altri valori guida si sta mettendo in luce Transocean, che avanza dell'1,61%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?