Tutte le notizie in breve

La mattinata sta proseguendo in ribasso alla borsa svizzera: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 8656,13 punti, in flessione dello 0,55% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,31% a 9628,42 punti.

In mancanza di chiari impulsi provenienti dall'estero gli investitori rimangono prudenti, con una certa tendenza a realizzare i guadagni, complice la fine del trimestre. "Era da tempo che non vivevamo un inizio d'anno così buono", ha commentato un operatore.

In effetti stando all'indice mondiale MSCI i mercati hanno offerto la migliore partenza dal 2013. Ieri l'SMI ha toccato un massimo annuale, con una performance rispetto al primo gennaio del 6%. Questa evoluzione globale - osserva un analista - è notevole soprattutto se si considera che in tre mesi gli Usa hanno già proceduto a un doppio aumento del tasso direttore. Inoltre i primi mesi della presidenza di Donald Trump non sono stati esenti da problemi.

Sul fronte interno sotto pressione è Geberit (-2,75%), dopo un cambiamento di raccomandazione di Goldman Sachs. In rosso sono anche altri valori particolarmente sensibili ai cicli economici come ABB (-0,68%) e LafargeHolcim (-0,17%). Nel segmento del lusso Swatch (-0,34%) si difende meno bene di Richemont (invariata).

Fra i bancari UBS (+0,56%) si sta mostrando più ispirata di Julius Bär (-0,02%) e sopratutto di Credit Suisse (-0,73%): il secondo gruppo bancario elvetico è al centro di operazioni di polizia nelle filiali estere di Londra, Parigi e Amsterdam per sospetta frode fiscale. Nel comparto assicurativo Zurich (-4,88%) arretra in modo più marcato di Swiss Life (-0,37%) e Swiss Re (-0,28%) poiché da oggi è scambiata senza la cedola del dividendo.

Trascinano all'indietro il listino i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,58%), Novartis (-0,33%) e Roche (-0,23%). Actelion (+0,79%) è fra i pochi valori positivi dopo la riuscita dell'opa da parte di Johnson&Johnson.

Nel mercato allargato ha informato sull'andamento degli affari VAT (invariata), che ha toccato un valore record di 112 franchi. In netto calo è Cosmo (-5,89%), dopo che una serie di azionisti ha venduto il 9% del capitale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve