Navigation

Borsa svizzera: inchiesta su Credit Suisse

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 ottobre 2011 - 14:28
(Keystone-ATS)

SIX Exchange Regulation, organo di sorveglianza della Borsa svizzera, ha aperto un'inchiesta nei confronti del Credit Suisse. La banca è sospettata di aver violato le disposizioni relative alla trasparenza delle transazioni da parte del management, indica una nota diramata oggi.

L'indagine è stata aperta a seguito di un esame preliminare sul ritardo nella pubblicazione di una transazione del management riguardante 1400 azioni nominative del Credit Suisse, precisa l'organo di sorveglianza.

Dal canto suo il Credit Suisse ha indicato che lavorerà in stretto contatto con l'autorità di vigilanza al fine di chiarire la situazione.

In una nota, la banca rileva che erroneamente la vendita di azioni da parte di un membro non esecutivo del consiglio di amministrazione è stata annunciata in ritardo. Il ricavo dell'operazione ammonta a 52'000 franchi, osserva il Credit Suisse.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?