Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un avvio in calo, gli indici della Borsa svizzera si sono portati in mattinata sopra la linea di demarcazione. Alle 11:30 il listino principale SMI sale dello 0,22% a 6269.89 punti, quello allargato SPI dello 0,23% a 5'703.20 punti.

La bocciatura della manovra economica in Portogallo con le conseguenti dimissioni del premier José Socrates e il taglio di Moody's al rating di 30 banche spagnole non sembra dunque aver influito sul listino zurighese. Nel pomeriggio sono attesi dati sulla congiuntura americana (ordini beni durevoli e richieste sussidi disoccupazione).

Tra le blue chip guadagnano oltre un punto percentuale Lonza (+1,33%), Swatch Group (+1,33%) e Adecco (+1,10%). Positivi i bancari, con Credit Suisse che sale dello 0,69%, UBS dello 0,36% e Julius Bär dello 0,18%. Quanto ai pesi massimi difensivi, Nestlé perde lo 0,29%, mentre Novartis segna una progressione dello 0,18% e Roche dello 0,08%. Oltre al gigante alimentare vodese sono in flessione solo Actelion (-0,97%), SGS (-0,31%) e Synthes (-0,16%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS