Navigation

Borsa svizzera: listini in calo anche nel pomeriggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 dicembre 2019 - 15:41
(Keystone-ATS)

Si mantengono al di sotto della parità anche nel primo pomeriggio i listini della Borsa svizzera: poco prima delle 15.30 l'SMI cede lo 0,12% a 10'529.06 punti, l'SPI lo 0,18% a 12'720.45 punti.

Tra le blue chip sotto pressione Nestlé (-1,19%) dopo la revisione al ribasso delle vendite nel 2019 da parte della concorrente Unilever. Pesante anche il lusso, con Swatch che lascia sul terreno l'1,36% e Richemont lo 0,97%.

In flessione pure le banche (UBS -0,37%, Credit Suisse -0,13%) mentre segnano un rialzo gli assicurativi: Swiss Life è a +0,55%, Zurich a +0,50% e Swiss Re a +0,32%. In netta controtendenza si ritrovano Lonza (+1,49%) e Givaudan (+0,85%).

Roche - che ha infine ricevuto il via libera all'acquisizione di Spark anche dalle autorità della concorrenza americane e vuole completare l'operazione ancora oggi - scende dello 0,18% mentre Novartis sale dello 0,52%.

Nel mercato allargato da notare che Georg Fischer perde il 2,23% e AMS il 4,40% dopo un abbassamento delle raccomandazioni sul titolo, mentre Wisekey cede il 4,63%: il gruppo attivo nella sicurezza informatica ha comunicato di aver concluso un partenariato strategico con l'investitore asiatico Long State Investment Limited; nel primo trimestre 2020 sarà fondata una joint venture con sede a Hong Kong.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.