Navigation

Borsa svizzera: mattinata al rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2012 - 11:23
(Keystone-ATS)

La mattinata prosegue al rialzo alla Borsa svizzera: alle 11.15 l'indice dei valori guida SMI segnava 6724,26 punti (+0,27% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,31% a 6204,33 punti.

Gli operatori parlano di una seduta all'insegna della prudenza, in attesa di conoscere l'esito del voto negli Usa. Lo scenario che i mercati temono maggiormente è uno situazione di stallo, come avvenuto nel 2000, anche alla luce di possibili difficoltà nell'approvazione del bilancio federale.

Sul fronte interno si sta mettendo in luce Adecco (+2,97%), che ha presentato utili trimestrali chiaramente superiori ai pronostici e che ieri aveva subito una netta flessione. In evidenza è anche un altro titolo legato ai cicli congiunturali, ABB (+1,92%), grazie fra l'altro a una raccomandazione di UBS. Meno tonici per contro sono Holcim (+0,15%) e Transocean (+0,31%), ieri protagonista di un ottima performance continuata poi anche a Wall Street, dove il titolo ha guadagnato oltre il 5%.

UBS (+1,60%) approfitta, insieme al concorrente Credit Suisse (+1,22%), di un'analisi di Barclays. Bene orientato è anche il comparto assicurativo, con Swiss Re (+1,23%) favorita dal trimestrale incoraggiante del concorrente tedesco Hannover Rück, e Zurich (+1,04%). Meno interesse riscontrano invece oggi valori difensivi quali Nestlé (-0,25%), Novartis (-0,70%) e Roche (+0,28%).

Nel mercato allargato sugli scudi Cytos (+9,55%) - sono stati accolti con entusiasmo i conti dopo nove mesi - e bene anche Burckhardt (+3,45%) dopo i semestrali. Pure superiore alle stime è risultato il trimestrale di Swissquote (+2,45%). Non riesce per contro ad arrestare il declino Leclanché (-4,32%), protagonista ieri di un tonfo che ha sfiorato il 60%.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?