Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura in leggera flessione, la Borsa svizzera ha oltrepassato più volte la linea di demarcazione nel corso della mattina. Verso le 11:30 l'indice dei valori guida SMI avanzava dello 0,06% a 8'930,23 punti quello allargato SPI dello 0,04% a 9'070,30 punti.

L'impasse nelle trattative con la Grecia e la riunione di politica monetaria della Federal Reserve (Fed) che si tiene oggi e domani rendono i mercati nervosi.

Sul listino principale in positivo i pesi massimi difensivi Roche e Novartis che guadagnano rispettivamente lo 0,49% e lo 0,97%, mentre invariato è Nestlé. Tutti in negativo i titoli bancari: UBS scende dello 0,80%, CS Goup dello 0,66% e Julius Bär dello 0,98%. Contrastati appaiono gli assicurativi - con Zurich in crescita dello 0,14% e Swiss Re in calo dello 0,18% - come pure quelli del lusso: Richemont cede lo 0,52% e Swatch Group avanza dello 0,84%.

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura, l'unico in crescita risulta ABB (+0,14%). Adecco perde lo 0,47%, Geberit lo 0,70% e Holcim lo 0,50%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS