Dopo un'apertura in leggera flessione, la Borsa svizzera ha oltrepassato più volte la linea di demarcazione nel corso della mattina. Verso le 11:30 l'indice dei valori guida SMI avanzava dello 0,06% a 8'930,23 punti quello allargato SPI dello 0,04% a 9'070,30 punti.

L'impasse nelle trattative con la Grecia e la riunione di politica monetaria della Federal Reserve (Fed) che si tiene oggi e domani rendono i mercati nervosi.

Sul listino principale in positivo i pesi massimi difensivi Roche e Novartis che guadagnano rispettivamente lo 0,49% e lo 0,97%, mentre invariato è Nestlé. Tutti in negativo i titoli bancari: UBS scende dello 0,80%, CS Goup dello 0,66% e Julius Bär dello 0,98%. Contrastati appaiono gli assicurativi - con Zurich in crescita dello 0,14% e Swiss Re in calo dello 0,18% - come pure quelli del lusso: Richemont cede lo 0,52% e Swatch Group avanza dello 0,84%.

Tra i titoli più sensibili alla congiuntura, l'unico in crescita risulta ABB (+0,14%). Adecco perde lo 0,47%, Geberit lo 0,70% e Holcim lo 0,50%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.