Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata prosegue in ribasso per la borsa svizzera, perlomeno per quanto riguarda l'SMI: alle 11.35 l'indice dei valori guida segnava 7798,44 punti, in flessione dello 0,24% rispetto a venerdì.

Il listino globale SPI - meno interessato da un particolare effetto Nestlé - guadagnava per contro lo 0,48% a 8396,13 punti.

Gli impulsi provenienti dall'estero sono scarsi. Inoltre stasera negli Usa partirà una nuova stagione di risultati trimestrali e gli investitori tendono quindi a rimanere prudenti.

Sul listino elvetico pesa la contrazione di Nestlé (-2,83%), da oggi scambiata senza la cedola per il dividendo. Meglio orientati sono gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,62%) e Roche (+0,33%).

Con il segno più si presentano anche i valori maggiormente sensibili ai cicli economici come ABB (+0,43%), Geberit (+0,03%) e LafargeHolcim (+0,42%): fa eccezione Adecco (-0,16%). Nel segmento del lusso Swatch (+0,06%) e Richemont (-0,08%) faticano a lasciare i blocchi di partenza. Briosi appaiono i bancari UBS (+1,17%) e Credit Suisse (+2,23%), sotto pressione la settimana scorsa.

Nel mercato allargato la notizia più importante riguarda Gategroup (+14,63% a 50,55 franchi), nel mirino di HNA: il gruppo cinese offre 53 franchi per azione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS