Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata in calo per la borsa svizzera. Attorno alle 11. 15, l'indice dei titoli guida SMI registrava una contrazione dello 0,57% a 8652,00 punti, mentre il listino allargato SPI faceva segnare una flessione dello 0,18% a quota 8578,42.

Sugli scambi, oltre ai timori per la situazione irachena, hanno influito notizie poco incoraggianti provenienti dall'Europa, e in particolare il calo degli indici francese e tedesco Pmi di manifattura e servizi.

Per quanto riguarda le blue chip, sul listino principale pesano in particolare le prese di beneficio su Roche (-1,60%). Resiste l'altro peso massimo difensivo Nestlé (+0,14%), mentre Novartis concede lo 0,55%.

In perdita i finanziari, ad eccezione di Julius Bär (+0,38%): UBS (-0,76%), CS (-0,49%), Swiss Re (-0,06%) e Zurich (-0,49%). Male anche i ciclici Geberit (-0,93%), Adecco (-0,87%), ABB (-0,38%), Holcim (-0,76%).

SDA-ATS