Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata in calo oggi alla Borsa svizzera in seguito a realizzi, ma anche ai timori sulla situazione in America legati al Russiagate. Poco dopo le 11.20, l'indice guida SMI cedeva lo 0,40% a 9'091,08 e quello allargato SPI lo 0,42% a 10'327,72 punti.

Spingono al ribasso in particolare i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,30%), Novartis (-0,44%) e Roche (-0,37%). Anche i bancari sono sotto pressione: UBS cede lo 0,25%, ma fanno peggio CS (-1,24%) e Julius Bär (-0,86%).

Giornata difficile anche per i titoli più legati alla congiuntura ABB (-0,81%), Geberit (-0,61%), LafargeHolcim (-0,18%), Sika (-0,08%) e Adecco (-0,06%). Il calo maggiore è registrato da Swatch (-1,27%), mentre Richemont, l'altro titolo legato ai prodotti di lusso, si ferma a -0,49%. In rosso anche gli assicurativi con Swiss Re (-1,00%) che cede più di Swiss life (-0,70%) e Zurich (-0,21%)

Sul mercato allargato va segnalato il calo di Straumann (-2,81%). Il fondo sovrano di Singapore GIC ha deciso di vendere l'ultima fetta del pacchetto che deteneva dello specialista nella produzione di impianti dentali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS