Navigation

Borsa svizzera: mattinata in crescita

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2011 - 11:29
(Keystone-ATS)

Mattinata positiva per la Borsa svizzera, sulla scia dei buoni dati di Wall Street e Tokyo. Alle 11:15 circa l'indice SMI guadagnava lo 0,65% a 5'363,03 punti. L'indice allargato SPI cresceva dello 0,84% a 5'887,01 punti.

Ieri sera Wall Street ha registrato la terza seduta al rialzo consecutiva. Il Dow Jones è salito dell'1,27% a 11.319,43 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,88% a 2.467,69 punti mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dell'1,31% a 1.177,54 punti.

I risultati positivi di New York e del dollaro, risalito oltre i 77 yen, hanno dato ossigeno alla Borsa di Tokyo che ha terminato gli scambi in progresso dell'1,54%. L'indice Nikkei si è attestato a quota 8.772,36, sgonfiandosi nel finale dal massimo intraday di 8.849,94 punti. L'attenzione dei mercati è saldamente rivolta al discorso che Bernanke terrà domani nella conferenza annuale di Jackson Hole, nel Wyoming, dalla quale si attendono elementi su nuove iniziative della Fed a sostegno dell'economia.

Particolarmente buono l'andamento dei titoli bancari: gli analisti hanno giudicato positiva la notizia dell'accordo fiscale fra Svizzera e Gran Bretagna. Credit Suisse segna un aumento del 2,30%, Julius Bär dell'1,63% e UBS dell'1,89%.

Fra gli altri titoli, da notare gli incrementi di Holcim (+2,84%), Swatch (+2,46%) e Adecco (+2,37%). Gli unici due titoli guida in territorio negativo sono Novartis, che fa segnare un calo dello 0,61%, e Actelion, con una diminuzione dello 0,12%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?