Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aperta in negativo, la Borsa svizzera continua a muoversi al di sotto della linea di demarcazione per tutta la mattinata. Verso le 11:45 l'indice dei valori guida SMI perdeva lo 0,62% a 8'329,29 punti, quello complessivo SPI lo 0,61% a 8'506,11 punti.

Il fronte di notizie da parte di imprese si annuncia piuttosto sguarnito, ma indicatori congiunturali in agenda, riguardanti il Vecchio continente e gli Stati Uniti, potrebbero fornire impulsi.

Sul listino principale tutti i titoli di peso massimo difensivo sono in calo: Novartis e Roche sono in flessione rispettivamente dell'1,13% e dello 0,95%. Nestlé perde lo 0,90%.

Quanto ai titoli più sensibili alla congiuntura, ad accezione di Adecco (-0,50%), sono tutti in positivo: ABB guadagna lo 0,24%, Geberit lo 0,07% e LafargeHolcim l'1,40%.

Contrastati appaiono gli assicurativi con Swiss Re in rialzo dello 0,18% e Zurich in calo dello 0,13%.

Tra i bancari fa bene Julius Bär che segna una progressione dello 0,85% mentre in calo risultano UBS (-0,39%) e CS Group (-0,48%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS