Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Apertasi in negativo, la Borsa svizzera ha continuato a muoversi al di sotto della linea di demarcazione nel corso di tutta la mattinata. Verso le 11:30 l'indice dei valori guida SMI cedeva lo 0,82% a 6158,55 punti e quello complessivo SPI lo 0,86% a 5447,79 punti. Nel pomeriggio sono attesi una serie di dati macroeconomici dagli Usa, tra cui le vendite di case, previste per le 16:00.
Tra le blue chip - tutte in calo tranne Swisscom (+0,03%) - le maggiori perdite sono segnate da Transocean che cede il 2,15%. I pesi massimi difensivi - Nestlé, Roche e Novartis - calano rispettivamente dello 0,57%, 0,72% e 0,86%. Per quanto riguarda i bancari, Cs Group lascia sul terreno oltre l'1% (-1,11%), UBS lo 0,98% e Julius Bär lo 0,39%.
Sul listino allargato Kudelski scende del 5,8%. Il gruppo vodese, specializzato nei sistemi di criptaggio, ha realizzato nel primo semestre 2010 un utile netto di 32 milioni di franchi, contro un utile di 483'000 franchi registrato nello stesso periodo dell'anno precedente. Il giro d'affari è pure progredito (+12,1%) a 501,95 milioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS