Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Mattinata positiva per la borsa svizzera: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 6418,62 punti (+0,28% rispetto a venerdì), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,30% a 5662,25 punti.
Il mercato è ancora sostenuto dalle buone chiusure delle piazze asiatiche e di Wall Street (venerdì), nonché dalle ultime indicazioni del Fondo monetario internazionale: ieri il numero due John Lipsky ha detto di non vedere pericoli una nuova recessione. Altre notizie di rilievo sono rare, complice anche la festività del Labour Day negli Usa.
Sul fronte interno buono l'andamento dei bancari Julius Bär (+1,15%) - che ha annunciato oggi un rafforzamento della sua presenza in Asia - e UBS (+0,77%), mentre in controtendenza è Credit Suisse (-0,32%). Al rialzo gli assicurativi Swiss Re (+0,54%) e Zurich (+0,04%).
In evidenza è Syngenta (+2,26%), dopo un'intervista pubblicata sabato in cui il presidente della direzione Mike Mack stima al 3-5% la crescita a medio termine del gruppo. Fra i titoli più legati alla congiuntura va segnalata ABB (+0,87%), più tonica di Holcim (-0,24%). Per quanto riguarda i valori difensivi si muove bene Novartis (+0,28%), mentre Nestlé e Roche sono invariate: quest'ultimo titolo venerdì aveva guadagnato fortemente dopo l'annuncio di un programma di risparmi.
Nel mercato allargato hanno pubblicato i risultati semestrali Partners Group (+3,87%), Precious Woods (non negoziata) e Genolier (+7,58%): per quest'ultima società l'attenzione è però puntata soprattutto sull'assemblea degli azionisti in programma nel pomeriggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS