Mattinata positiva per la Borsa svizzera. Alle 11.20 l'indice principale avanza dello 0,72% a 9'230.07 punti, quello allargato SPI dello 0,96% a 10'798.78 punti.

Tra le blue chip osservate speciali sono Nestlé e Credit Suisse, che hanno pubblicato oggi i risultati del 2018. Il colosso alimentare sale del 2,86% e in mattinata ha toccato un massimo storico di 89.90 franchi mentre la grande banca, dopo aver aperto in forte rialzo perde ormai l'1,25%. In realtà le cifre presentate stamani hanno sorpreso positivamente, ma hanno giocato un ruolo diversi fattori straordinari poco chiari, hanno affermato degli operatori. Vengono poi visti negativamente il debole afflusso di fondi, oneri sempre elevati e il dividendo piuttosto modesto.

Negativi sono anche gli altri due bancari, Julius Bär (-1,39%) e UBS (-0,65%), così come gli assicurativi Zurich (-0,44%) e Swiss Re (-0,08%), ma non Swiss Life (+0,68%). In calo anche il lusso (Swatch -0,55%, Richemont -0,93%) dopo le forti progressioni di ieri. Tra gli altri titoli del listino principale si mette in luce ABB (+1,60%).

Nel mercato allargato tra le aziende che hanno pubblicato oggi le cifre relative all'esercizio 2018 Sulzer sale del 4,22%, Schindler del 4,00% mentre Phoenix Mecano cede lo 0,52%. Temenos e Clariant, che hanno informato ieri al riguardo, avanzano rispettivamente del 4,27% e del 2,31%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.