Navigation

Borsa svizzera: mattinata in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 dicembre 2019 - 11:21
(Keystone-ATS)

Pur ripiegando dai massimi di giornata la borsa svizzera si mantiene in rialzo: alle 11.20 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'526,23 punti, in progressione dello 0,31% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI guadagnava lo 0,30% a 12'714,17 punti.

Il mercato è sostenuto da dati congiunturali sorprendentemente buoni relativi all'industria cinese, ma gli investitori si muovono con prudenza in attesa di trovare conferme da parte di altri indicatori macroeconomici che saranno pubblicati questa settimana.

Per quanto riguarda i singoli titoli gli scarti sono ridotti, perlomeno in relazione alle blue chip. Ispirati appaiono i bancari UBS (+0,95%) e Credit Suisse (+0,84%), come pure alcuni importanti valori particolarmente legati ai cicli economici quali ABB (+0,64%) e LafargeHolcim (+0,93%). Meno dinamici sono i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,31%), Novartis (+0,14%) e Roche (+0,26%). Più in difficoltà è Swisscom (-0,39%).

Nel mercato allargato prosegue l'avanzata di Dottikon ES (+3,20%), già sugli scudi la settimana scorsa dopo buoni risultati semestrali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.