Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - La borsa svizzera è stabilmente orientata al rialzo: alle 11.00 l'indice dei valori guida SMI segnava 6459,69 punti (+0,64% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,77% a 5681,00 punti.
Il mercato sta proseguendo la fase di ripresa avviata nei giorni scorsi. La seduta rimane però dominata della prudenza, in attesa dell'importante dato sull'impiego negli Usa che sarà pubblicato nel pomeriggio. A seconda di quello che scaturirà da oltreoceano le reazioni potrebbero essere molto forti, perché se la congiuntura dovesse ristabilirsi è da attendersi una stretta monetaria da parte della Fed.
In Svizzera sugli scudi sono proprio i titoli maggiormente legati alla congiuntura, come Adecco (+3,07%), ABB (+1,77%) e, in misura minore, Holcim (+0,74%). Fra i difensivi in calo è Nestlé (-0,28%), mentre si difendono bene Roche (+0,49%) e Novartis (+0,56%), che approfitta della pubblicazione di nuovi dati clinici sull'efficacia del suo farmaco antitumorale Tasigna.
Chiaramente al rialzo sono anche i bancari UBS (+0,85%), Credit Suisse (+1,32%) e Julius Bär (+0,83%), come pure gli assicurativi Swiss Re (+1,23%), Zurich (+0,95%) e Swiss Life (+0,73%).
Nel mercato allargato occhi puntati su Transocean (+6,26%), dopo i i primi successi di BP nell'arrestare la marea nera nel Golfo del Messico, e Meyer Burger (+2,80%), che ha ricevuto un'importante commessa dalla Cina. Coltene (+6,19%) approfitta di una raccomandazione di corso della banca Vontobel. Oggi è l'ultimo giorno di quotazione per Quadrant (+0,06%), acquistata dall'olandese Aquamit.

SDA-ATS