Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata prosegue al ribasso alla borsa svizzera: alle 11.40 l'indice dei valori guida SMI segnava 7980,89 punti (-0,97% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in flessione dello 0,89% a 7581,94 punti.

Dopo un avvio di settimana negativo e una ripresa nella seduta di ieri il mercato sembra oggi propendere per la prudenza, in attesa degli eventi. L'attenzione è concentrata sul voto al parlamento italiano per la fiducia al governo, sulla decisione riguardanti i tassi della Banca centrale europea - non sono attesi cambiamenti - e sugli sviluppi della vertenza sul bilancio negli Usa.

In negativo si muovono i bancari UBS (-0,32%), Credit Suisse (-0,11%) e Julius Bär (-0,97%), come pure agli assicurativi Swiss Re (-0,66%) e Zurich (-0,38%). Perdite sono mostrate anche dai titoli maggiormente sensibili alla congiuntura quali ABB (-1,17%), Adecco (-0,53%), Geberit (-0,32%) e Holcim (-1,85%).

Per quanto concerne i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,94%) è penalizzata dalla riduzione dell'obiettivo di corso da parte di Credit Suisse. Non fa meglio Novartis (-0,94%), mentre su Roche (-1,38%), tonica nelle scorse sedute, sono scattati i realizzi di guadagno.

Nel mercato allargato balzo di Acino (+31,21% a 113,50 franchi), interessata da un'offerta pubblica di acquisto che valuta a 115 franchi le azioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS