Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La mattinata prosegue in lieve ribasso alla borsa svizzera: alle 11.30 l'indice dei valori guida SMI segnava 9441,95 punti, in flessione dello 0,18% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,14% a 9553,45 punti.

Dopo aver sfiorato ieri i massimi pluriennali il mercato sembra intenzionato a tirare il fiato e dopo sette sedute consecutive al rialzo sono scattati qua e là i realizzi di guadagno. La giornata potrebbe essere influenzata nel pomeriggio da una raffica di dati congiunturali.

Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Givaudan (+4,63%) e su SGS (+2,16%), che hanno presentato i semestrali. Il gruppo attivo negli aromi e nei profumi ha chiaramente superato le attese degli analisti. Per SGS a convincere sono invece soprattutto le prospettive per il futuro.

Continua a salire anche Swatch (+1,16%), già ieri assai tonica dopo i risultati dei primi sei mesi, grazie anche ai cambiamenti di raccomandazione di alcune banche. Nello stesso segmento del lusso è per contro ferma al palo Richemont (+0,06%).

Difficile si presenta oggi la seduta per i valori maggiormente sensibili alla congiuntura come ABB (-0,30%), Adecco (-0,06%) e LafargeHolcim (-0,66%). Ancora più negativa è la sempre volatile Transocean (-1,61%).

Tutti sotto la riga sono anche i bancari UBS (-0,51%), Credit Suisse (-1,55%) e Julius Bär (-0,28%). Bene orientata è Nestlé (+0,48%), mentre non aiutano il listino gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (-0,69%) e Roche (-0,81%).

Nel mercato allargato spazio ai semestrali di BB Biotech (+0,56%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS