Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera: mattinata in ribasso

La borsa svizzera guarda con apprensione agli attentati di Bruxelles e rimane orientata al ribasso: alle 11.35 l'indice dei valori guida SMI segnava 7781,85 punti, giù dello 0,86% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,81% a 8274,05 punti.

Immediatamente dopo la notizia delle esplosioni nella capitale belga il mercato è sceso fino a perdere circa l'1,60%, ma nelle ore successive vi è stata una certa ripresa, favorita anche da buoni dati congiunturali provenienti dall'Eurozona in generale e dalla Germania in particolare. Gli operatori si aspettano comunque che gli investitori si muovano ancora più con circospezione.

Per quanto riguarda i singoli titoli in netto calo, come nel resto d'Europa, sono i bancari UBS (-1,46%) e Credit Suisse (-1,72%). Male orientati sono anche i titoli più sensibili ai cicli economici come ABB (-0,75%), Adecco (-1,46%) e LafargeHolcim (-0,28%). Nel segmento del lusso Swatch (-1,63%) e Richemont (-2,75%) reagiscono male al nuovo calo delle esportazioni orologiere.

Fra i pochi valori positivi figura Novartis (+0,35%), più tonica degli altri due pesi massimi difensivi Roche (-1,44%) e Nestlé (-1,33%).

Una pioggia di risultati ha interessato il mercato allargato. Hanno informato sull'andamento degli affari Baloise (-0,53%), Meyer Burger (-12,50%), Siegfried (-1,07%), Lastminute.com (invariata) e Conzzeta (-1,64%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.